STATUTO PROVVISORIO ASSOCIAZIONE LIBERAIDEE

 

1 Principi

L’associazione politica Associazione LiberaIdee (ALI) è aperta a chiunque desideri offrire con spirito di servizio le proprie capacità al benessere collettivo della comunità umana.

La sua azione politica nasce dal rispetto delle regole, dal riconoscimento del rapporto di reciprocità esistente sempre fra diritti e doveri, dal valore della libertà come fonte di responsabilità, dal rispetto della verità, e dalla centralità finalistica dell’essere umano.

Rifiuta qualsiasi costruzione ideologica che sminuisca l’individuo e valorizza il dialogo teso alla costruzione di politiche pragmatiche ma non compromissorie. Valorizza il diritto di ogni soggetto di decidere le questioni che incidono sulla propria vita, e di partecipare alla costruzione delle decisioni finali.  

 

2 Scopi

Il nostro obiettivo è contribuire al progresso di ogni individuo e della comunità umana tutta mediante la costruzione di una società libera, rispettosa dell’altro, giusta e solidale, tollerante ma rigorosa, tesa al futuro e al presente, e in cui i diritti e i doveri del singolo convivano con i diritti e doveri della collettività.

Rifiutiamo l’interesse individuale come sopraffazione, rispettiamo gli altri, crediamo nella libertà, valorizziamo le capacità personali, tuteliamo la verità. Combattiamo la prepotenza della corruzione morale, l’arroganza dell’incompetenza, il perbenismo di facciata, l’opportunismo, la falsità e l’intolleranza.

Il futuro che vogliamo costruire è liberale, aperto, moderno, vivo, giusto, solidale. 

 

3 Comitato di Coordinamento, Coordinatore dell'associazione.

Il Comitato di coordinamento coincide con i fondatori, firmatari in calce del presente statuto provvisorio. Ha poteri esecutivi. E’ presieduto dal Coordinatore, votato a maggioranza dei due terzi dell’assemblea, il cui mandato termina con la conclusione del periodo transitorio. Egli rappresenta l’associazione legalmente e politicamente, ed è il responsabile della privacy.

 

4 Ammissione di nuovi soci

Nuovi soci possono essere invitati o chiedere autonomamente di partecipare all’associazione. L’ammissione di nuovi soci deve essere approvata dal Comitato di coordinamento all’unanimità’. Il nuovo socio accetta per iscritto i principi e le regole previste dalla Carta dei valori e dallo Statuto provvisorio. Ai nuovi soci viene riconosciuto il diritto di voto in Assemblea -con una votazione successiva del Comitato di Coordinamento, all’unanimità- dopo loro richiesta.

 

5 Gruppi di lavoro

I Gruppi di lavoro sono presieduti da un Responsabile, votato dall’Assemblea con la maggioranza dei due terzi. Egli ha il dovere di dirigere il lavoro del gruppo, di contribuire in prima persona ai risultati ed è responsabile dei risultati prodotti dal gruppo. Puo’ essere sfiduciato dall’assemblea o dalla maggioranza dei membri del proprio gruppo.

 

6 Comitato di Garanzia

Il Comitato di Garanzia e’ formato dal Coordinatore e da due membri del Comitato di coordinamento votati dall’assemblea a maggioranza dei due terzi. Il comitato di Garanzia decide su comportamenti di soci che violano il presente Statuto provvisorio e la Carta dei valori, e commina la sanzione che ritiene appropriata; essa può andare dall’avvertimento verbale, alla sospensione temporanea dal voto, dagli strumenti o dalle attività, fino all’espulsione. La sua decisione e’ inappellabile.
E’diritto di ogni socio portare all’attenzione del Comitato di Garanzia i comportamenti non in linea, che richiedano un intervento disciplinare. 

 

7 Assemblea

L’Assemblea ha ruolo centrale nell’associazione. Essa è competente per tutte le questioni non specifiche di Comitato di Coordinamento e Comitato di garanzia. Essa decide con la maggioranza relativa dei presenti alle riunioni, compresi i delegati. Le deleghe vengono accettate dal Coordinatore solo se espresse per iscritto e raccolte prima dell’inizio dell’assemblea.

Il Coordinatore dirige i lavori dell’assemblea, facilitando un andamento costruttivo dei lavori ed assicurandone la democraticità. Ha poteri conseguenti, dall’ammonizione verbale, all’allontanamento e fino allo scioglimento dell’assemblea stessa e sua convocazione successiva. Egli è responsabile della convocazione e pubblicità dell’assemblea.

 

8 Piattaforme e moderatori

Le piattaforme digitali  (Mailing list, sito web, etc.) e in generale tutti gli strumenti che l’assemblea riterrà necessario adottare sono tesi alla costruzione della proposta politica dell’associazione. I soci e il moderatore di ciascuna di esse opereranno in modo che gli interventi siano costruttivi e rispettosi delle opinioni altrui. La moderazione assicura costruzione e rispetto. I moderatori sono incaricati della moderazione a maggioranza assoluta dell’assemblea.

 

9 Modifica dello Statuto Provvisorio

Il presente Statuto Provvisorio può essere modificato all’unanimità dal Comitato di Coordinamento.

 

10 Durata

L’associazione ha durata illimitata. Il presente statuto ha validità’ fino al termine del periodo provvisorio. 
L’Associazione puo’ essere sciolta con doppia votazione: all’unanimità del Comitato di Coordinamento più maggioranza assoluta dell’Assemblea dei soci.

 

 

Pedrengo (Bergamo), 5 Dicembre 2014